Vacca & Jamil

Vacca & Jamil

Vacca & Jamil

Cagliari/Verona, ITALY

da Wikipedia

Nato a Cagliari e cresciuto a Milano nel centro storico e poi trasferito nel quartiere Quarto Oggiaro,[4] si fa strada nella scena milanese come rapper, prendendo confidenza con le liriche e la metrica. In questo periodo milita anche nella 50 MC’s Crew[5] e partecipa al tour di Frankie hi-nrg mc. Inoltre, nel 1997, all’età di 18 anni, chiamò da casa durante la diretta di una puntata di One Two One Two facendo un freestyle con Esa.[5]

Dal 2001 al 2003 milita nel gruppo Azhilo Nitro e dopo questa prima esperienza pubblica nel 2003 l’EP Mr. Cartoon, composto dall’omonimo brano, da Disgustibus e da Non mollo, e fortemente influenzato dal reggae. Tale influenza diventa più evidente nel suo album d’esordio come solista, dal titolo VH, pubblicato nel maggio del 2004.[5] Sono evidenti, nelle produzioni, le contaminazioni musicali dei Casabrasa (collettivo di DJ con cui Vacca si esibisce nei concerti), caratterizzate da strumentali elettroniche, e il rapping è conseguentemente portato a sposarsi meglio alla dancehall reggae. Alla realizzazione del disco hanno collaborato vari artisti, tra cui Jake La Furia, Maxi B, Jack the Smoker e Asher Kuno.

Negli anni seguenti inizia a lavorare con Fabri Fibra appena trasferitosi a Milano, e nel 2006 collabora all’uscita dell’album Tradimento. Vacca diventa il suo braccio destro nei live e nei video, apparendo spesso in televisione e nelle esibizioni. Nel settembre 2006 esce il singolo Chi sbaglia paga.[6] Il 1º giugno 2007 esce La colpa, primo singolo estratto dall’album in uscita il 29 giugno dal titolo Faccio quello che voglio, pubblicato dalla EMI. Nello stesso anno nascono i FOBC, una crew formata da Nesli e Vacca, un progetto mai realmente decollato. Il 7 ottobre 2007 esce Mille problemi secondo singolo estratto, seguito il 3 febbraio 2008 dal terzo singolo E se bevo.

Il 28 febbraio 2008 vede la luce il mixtape Poco di buono, anticipato dal singolo Vita da re featuring Entics.[7] Il mixtape, scaricabile gratuitamente dalla sua pagina di myspace, è formato da 15 tracce, tra le quali Accalappianani e Oggi vorresti[8] (brano in esclusiva per i 500.000 accessi sul suo Myspace).[9] In questo mixtape, tra le tante collaborazioni, spiccano quelle con Gangsta Nano, Entics, Two Fingerz, Duellz e Phrome. Il 27 ottobre 2008 esce il singolo Cartoni & Pop-Corn in collaborazione con Daniele Vit. Il 31 gennaio vede la luce un nuovo mixtape, Don’t Say Nothing (di cui in seguito uscirà anche un secondo volume[10]), in collaborazione col duo milanese GoldenBass e scaricabile gratuitamente da entrambi i MySpace degli artisti.

Il 1º marzo 2009 viene pubblicato l’EP Non prima delle 6:10 in collaborazione col duo milanese Two Fingerz[11] e scaricabile gratuitamente da entrambi i MySpace degli artisti. Tra i vari featuring, quello con il membro della crew milanese Dogo Gang Karkadan, e Dargen D’Amico. Sempre nel 2009, si trasferisce da aprile a giugno a Kingston in Giamaica, dove collabora con alcuni musicisti locali. Nel mese di giugno sono stati pubblicati tre nuovi pezzi sul suo Myspace, No Love/Un altro momento, Vieni qua (in collaborazione con Nacho dei Green Peeps) e Infinito Monitor (in collaborazione con Bravo Pie).

Il 22 settembre, in collaborazione con Entics e Denny LaHome, viene pubblicato il singolo Bla Bla, prodotto da DJ Nais. La canzone è un remix della famosa Bla Bla Bla di Gigi D’Agostino.

Sempre nel mese di ottobre, collabora con molti artisti della scena italiana e non. Collabora con Gué Pequeno dei Club Dogo e Daniele Vit, per il singolo Voglio lei, contenuto nel mixtape Fastlife Mixtape Vol. 2 – Faster Life di Gué Pequeno.[12] Collabora con Bassi Maestro e Babaman per il singolo Se morissi lunedì, contenuto nel nuovo album di Bassi Maestro e Babaman, La lettera B. Infine, il 2 novembre esce il singolo Fearless in collaborazione con i rapper statunitensi Lil Wayne e Dvus. Il singolo è prodotto da Big Fish e Daniele Vit.

Il 18 maggio 2010 è uscito il terzo disco ufficiale di Vacca intitolato Sporco, anticipato dall’omonimo singolo,[4] che ha riscosso un buon successo raggiungendo l’undicesima posizione della classifica italiana.[13]

Il 24 maggio 2011 viene pubblicato il suo quarto album in studio intitolato Pelleossa accompagnato da un libro autobiografico dallo stesso nome. L’album non riesce a bissare il successo del precedente lavoro, ma riscuote un discreto successo arrivando alla 12 posizione degli album più venduti in Italia nella Classifica FIMI Album.

Nell’ottobre 2012 annuncia la realizzazione di un progetto con pezzo e videoclip con i rapper emergenti Gene X prodotto e girato interamente da StrongVilla.

Preceduto dal singolo Il faro e il mare pubblicato nel gennaio 2013, nonché il mese successivo dalla tracklist e dalle otto date del Pazienza Tour, il 19 marzo 2013 pubblica Pazienza, per l’etichetta Produzioni Oblio e distribuito da Universal Music Italia. Il disco raggiunge la decima posizione della classifica italiana degli album. Il 24 maggio 2013 conduce il programma One Two One Two su Radio Deejay insieme a Noyz Narcos.

Il 23 settembre 2015 è uscito il suo sesto album intitolato L’ultimo tango, mentre nell’estate dell’anno seguente ha pubblicato il singolo Calze con le ciabatte.[14] A partire da luglio 2016 il cantante inizia a pubblicare i videoclip di alcuni brani estratti dal settimo album Poco di buono 2, ovvero Ne voglio di più, Poco, Asciugamano in testa, Via perché, Street cinema e Shampoo.

Il 9 gennaio 2017 fa uscire un nuovo video musicale intitolato Zero punto zero, nel quale si taglia i dread che si faceva crescere da 15 anni: il brano annuncia una rottura col vecchio stile di musica e di vita e l’inizio di un nuovo capitolo per il cantante. Il 24 aprile 2017 esce l’EP del rapper intitolato 54:17. Il disco, caratterizzato da sonorità trap, contiene sette tracce, di cui tre in collaborazione con Amil Leonardo, Mboss ed El Coyote.

 

da Rockit
Nato nel 1991 a Verona, Cresce a San Vito, inizia con il rap ascoltando i primi rapper della sua città. Scrive e recupera materiale, fino a quando non da luce ai suoi primi video autoprodotti con Romanzoprod.

Reclutato da Vacca come elemento di spicco delle neonata “Voodoo Cod”, Jamil è uno dei nomi nuovi e più interessanti del periodo. Nel 2009 pubblica insieme al rapper Mani il mixtape “Green Street”. Nel 2012 esce “Black Book Mixtape” che rinnova l’interesse di pubblico e attira giudizi positivi da parte della critica. Nel 2014 pubblica il disco “Del Padre Del Figlio” insieme a Vacca, lo stesso anno uscirà anche “Il Nirvana” il suo primo album ufficiale licenziato dall’etichetta Produzioni Oblio e distribuito da Universal Music. Il disco vede i featuring di Vacca e di altri rapper italiani molto importanti come Emis Killa, con cui collabora nel brano “Familia”, e Mondo Marcio che canta nel brano “Courtney Love” e che firma anche la produzione di “Alla mia festa”, il primo singolo ufficiale del progetto.

Nel 2016 esce il secondo volume di “Black Book Mixtape”. Il mixtape contiene il singolo “Scarpe da Pusher” e vede molti featuring con nomi importati del rap italiano come Tormento, Madmen, Gemitaiz, Egreen, Nto, Canesecco e, ovviamente, Vacca.

Nel 2017 si segnala per il singolo “Calcio di strada”, scritto per la seguitissima pagina facebook di Calciatori Brutti, con il fortunatissimo video di “Mike Tyson” che su Youtube ha superato i 3MLN di views e per l’ennesimo dissing, questa volta rivolto nei confronti dell’interprete romano Noyz Narcos, in una canzone dal titolo più che esplicativo “Noyz Diss”, che darà vita ad un fervido scambio di rime.
Jamil è infatti conosciuto per la lunga serie di dissing fatti durante la sua carriera. Nelle sue canzoni ci sono rime contro Kill Mauri, Gué Pequeno, Sfera Ebbasta, Fedez, Fatt MC, Noyz Narcos e il vj e speaker Michele “Wad” Caporosso.
Anche nel 2018 il rapper scaligero non sembra smentirsi, nel clamoroso inedito “Nuovo Inoki”, Jamil non le manda a dire ad uno dei più famosi esponenti trap, Vegas Jones. Insieme a Vacca ha dato vita ad un nuovo capitolo della fortunata serie feat che li vede duettare sulle stessi basi, “ C’est la Vie”, prodotta da PrinceVibe.